Il camino è una parte importante del tetto, ma è anche vero che è relativamente facile dimenticare la sua importanza. La mancanza di cure per il sistema dei camini, tuttavia, comporta gravi conseguenze, con l'avvelenamento da monossido di carbonio che rappresenta una minaccia per la salute e la vita. Quindi come sigillare il camino con la certezza che ciò sia fatto con saggezza.

È ora di controllare le condizioni del camino

Se ci chiediamo perché il camino perde, quasi sempre indichiamo come colpevole il vapore acido. Appare come risultato della combustione nella stufa o nel camino e di solito contribuisce alla formazione di vuoti. Vale quindi la pena ricordare che la legge sull'edilizia ci obbliga ad effettuare il cosiddetto spazzacamino almeno una volta all'anno. Il suo effetto è una pulizia approfondita dei condotti di scarico, del fumo e della ventilazione. La cosa interessante è che i condotti del fumo sono tra quelli che è bene pulire molto più spesso. L'ispezione dello spazzacamino può essere valutata anche perché di solito permette di rispondere alla domanda se è il caso di cominciare a pensare se è il momento di sigillare la canna fumaria. Tale sigillatura viene di solito applicata a un singolo camino o a condotti di ventilazione, anche se può anche risultare che l'intera canna fumaria ha bisogno di essere sigillata. Il camino può anche richiedere revisione anche se a prima vista non ce n'è traccia.

Spazzacamino

Non esiste un'unica risposta alla domanda su come sigillare la canna fumaria, anche se non si può trascurare il fatto che il metodo più comunemente usato è il liquame. Questa attività consiste nel rivestire l'interno delle canne fumarie con l'uso di malte o sigillanti speciali. Vale la pena menzionare qui la massa SKD resistente sia alle alte temperature che all'abrasione. Anche prima di eseguire la corretta liquefazione, è necessario pulire a mano i condotti del camino e bruciare la fuliggine. Non bisogna dimenticare di sciacquare il camino con acqua. Se lo fate, una telecamera di ispezione vi aiuterà certamente a trovare quei luoghi che non sono sigillati in modo da potervi applicare la massa SKD. Stiamo parlando di un metodo che ha almeno un indiscutibile vantaggio. È il breve tempo che dobbiamo aspettare dalla fine della ristrutturazione al riavvio del camino. Di solito ci vogliono solo 24 ore.

Inserti per camini

Un caminetto deve essere sempre a tenuta d'aria e questo non avviene senza un motivo. Si dice che ogni perdita sia estremamente pericolosa. Oggi gli inserti per camini sono realizzati con grande cura e le considerazioni sulla sicurezza fanno sì che i singoli componenti siano fissati con un morsetto speciale. Nulla ostacola la loro forma flessibile.

Fresatura

Se la sezione trasversale del camino non è abbastanza grande per l'uso di un inserto per camini, vale la pena considerare la fresatura come soluzione al problema. Questo metodo prevede l'alesatura della canna fumaria, anche se non prevede la sua demolizione.